News

Legittima la stabilizzazione del dipendente pubblico in una posizione inferiore

Con una recente ordinanza, la Corte di Cassazione ha fornito importanti indicazioni in merito alla stabilizzazione del personale negli enti locali. In particolare, nel caso sottoposto, un dipendente provinciale con qualifica D1, avendo svolto delle mansioni riconducibili alla qualifica D3 durante il precedente rapporto di lavoro a tempo determinato, aveva chiesto che fosse riconosciuto il...
Leggi di più

S.C.I.A efficace se la dichiarazione di irricevibilità interviene dopo 30 gg dalla presentazione

Con una recente sentenza il T.A.R. Toscana – accogliendo la tesi sostenuta dallo Studio Legale Lessona – ha annullato la comunicazione di irricevibilità di una S.C.I.A. adottata oltre il termine perentorio di trenta giorni stabilito dall’art 23 del D.P.R. n. 380/2001 e dagli artt. 145 e 146 della L.R. Toscana n. 65/2014. Nel caso di...
Leggi di più

Appalti pubblici: nulla la clausola contrattuale che esclude la revisione dei prezzi

Con una recente sentenza il T.A.R. Lombardia ha affermato la nullità, per contrarietà alla disciplina di legge imperativa, di una clausola contrattuale, inserita in una convenzione relativa la fornitura di gas medicinali e dei servizi di manutenzione connessi in favore degli enti del servizio sanitario, che aveva escluso la revisione del corrispettivo dell’appalto.   Nel...
Leggi di più

Società in house: per le progressioni verticali non serve la procedura selettiva

Con due recenti sentenze “gemelle” la Corte di Cassazione ha affermato l’innovativo principio per cui nelle società in house, diversamente da quanto avviene negli enti pubblici, la qualifica superiore sarebbe conseguibile per effetto dello svolgimento di fatto delle corrispondenti mansioni e non richiederebbe il superamento di un’apposita procedura selettiva. La Suprema Corte è giunta a...
Leggi di più

Responsabilità professionale: è responsabile il singolo professionista, non lo studio

Con una recente sentenza, il Tribunale di Padova si è espresso in merito alla responsabilità di un professionista inserito e operante nell’ambito di uno studio associato. In particolare il convenuto aveva prestato la propria attività di consulenza per un istituto bancario, che si era poi rilevata errata in ordine alla corretta interpretazione ed applicazione della...
Leggi di più

Autorità amministrative indipendenti: illegittime le sanzioni irrogate senza contraddittorio

Con una recente sentenza, la Sesta Sezione del Consiglio di Stato ha avuto l’occasione di affermare nuovamente la sua consolidata giurisprudenza sulla garanzia dei principi del contraddittorio e del giusto processo nei procedimenti sanzionatori dinnanzi alle cc.dd. Autorità amministrative indipendenti. Colpito da un provvedimento sanzionatorio adottato dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti, il ricorrente aveva appellato...
Leggi di più

Sul demansionamento dei dipendenti Mic di Area II, F3 ed F4

Con una recentissima pronuncia, la Sezione Lavoro del Tribunale di Napoli ha confermato l’orientamento sino ad ora espresso in ordine all’intervenuto demansionamento del personale “museale” di Area II (F3 ed F4), profilo professionale di “Assistente alla fruizione, accoglienza, vigilanza“, al quale il Mic aveva assegnato, in misura pressoché prevalente, mansioni di vigilanza e custodia proprie...
Leggi di più

Illegittimo il licenziamento irrogato per giustificato motivo oggettivo se il datore di lavoro non prova l’impossibilità di riqualificazione professionale del dipendente

Confermando l’ordinanza – pronunciata all’esito della fase sommaria del c.d. rito Fornero – che aveva dichiarato l’illegittimità di un licenziamento per giustificato motivo oggettivo, il Tribunale di Lecco ha recentemente ridefinito il perimetro dell’onere probatorio gravante sul datore di lavoro per l’ipotesi di licenziamento a seguito di riorganizzazione aziendale. Il Giudice, pur rilevando l’inadeguatezza degli...
Leggi di più

Sulle ordinanze aventi ad oggetto il ripristino della viabilità sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo

Con una recente sentenza, il T.A.R. Toscana ha ribadito il confine tra la giurisdizione amministrativa e quella ordinaria in materia di provvedimenti amministrativi aventi ad oggetto il ripristino della viabilità stradale nel caso in cui sia controversa la natura della strada. In specie, l’eccezione di difetto di giurisdizione era stata sollevata in relazione ad un’ordinanza...
Leggi di più

La vicinitas è sufficiente di per sé sola a dimostrare l’interesse a ricorrere?

In una recente sentenza afferente la legittimità di un permesso a costruire rispetto ai regolamenti urbanistici comunali, il TAR Toscana, nell’accogliere le tesi difensive prospettate dallo Studio Legale Lessona, si è nuovamente espresso sul tema della vicinitas.  In particolare, nel giudizio di cui trattasi, il TAR Toscana ha statuito come la vicinitas, di per sé...
Leggi di più

Per l’accesso agli atti è sufficiente la potenziale utilità dei documenti

Con una recente sentenza il T.A.R. Toscana ha accolto il ricorso – patrocinato dallo Studio Legale Lessona – proposto avverso un diniego ad un’istanza di accesso agli atti relativi ad un’attività di somministrazione di alimenti e bevande produttiva di immissioni di fumi e odori molesti e di intollerabili immissioni acustiche. Nel caso di specie i...
Leggi di più

Ammissibile l’accesso alle relazioni riservate del RUP

Con una recente sentenza, il Consiglio di Stato ha ammesso l’accesso alla relazione riservata del RUP avente ad oggetto il conto finale relativo allo stato di consistenza delle opere pubbliche realizzate ed alla relativa contabilità, ravvisando la sussistenza di un interesse concreto, diretto e attuale in capo al richiedente. Ad avviso del Collegio, l’eccezione di...
Leggi di più

Il rincaro del prezzo dell’energia può portare ad una revisione del contratto?

Dopo l’emergenza sanitaria, il conflitto bellico in atto in Europa ha nuovamente alterato gli scenari economici e finanziari del nostro Paese con evidenti riflessi sulla stabilità dei contratti. Infatti, come accaduto durante l’emergenza sanitaria (ed in particolare con riferimento ai contratti di locazione), la giurisprudenza si è trovata ancora una volta chiarire se l’eccessivo aumento...
Leggi di più

Legittima la registrazione di conversazioni senza il consenso dei presenti se necessaria per far valere un diritto

Con una recentissima sentenza, la Corte di Cassazione ha statuito l’importante principio per cui la registrazione di conversazioni tra un dipendente e i suoi colleghi presenti, fatta all’insaputa dei conversanti, può essere legittimamente utilizzata ove necessaria per far valere un diritto. La conclusione raggiunta è frutto di un dichiarato bilanciamento tra due contrapposte istanze: da...
Leggi di più

Revisione dei prezzi dei materiali nei contratti d’appalto in corso di esecuzione? L’ANAC si pronuncia

Con due note a firma del Presidente Busia (n. 34 e 37 del 6 settembre 2022), l’ANAC ha fatto chiarezza in merito alla possibilità di procedere a una revisione dei prezzi dei materiali da costruzione nei contratti d’appalto in corso di esecuzione, ancorché non inclusi nei decreti adottati dal MIMS ai sensi dell’art. 1 –...
Leggi di più

Approdo in G.U. della legge di conversione del Decreto Aiuti bis: ritorno del lavoro agile e novità in tema di Superbonus

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 21 settembre 2022 n. 221 la L. n. 142/2022 di conversione del c.d. Decreto Aiuti bis. Tra le novità più attese, vi sono senz’altro: •             il ritorno del lavoro agile; •             la responsabilità per i crediti fiscali ceduti relativi ai bonus edilizi, tra i quali il Superbonus 110%....
Leggi di più

Processo amministrativo: contributo unificato non dovuto in caso di motivi aggiunti che non ampliano il thema decidendum

Con una recente sentenza, la Corte di Cassazione ha fatto chiarezza sulla questione – spesso oggetto di dibattito in seno alle commissioni tributarie – relativa alla debenza o meno, nel processo amministrativo, del contributo unificato in caso di presentazione di motivi aggiunti di ricorso. Aderendo alla tesi prospettata dallo Studio Legale Lessona, secondo la Suprema...
Leggi di più

La Corte di Giustizia dell’UE dice sì alla norma che prevede la riduzione e/o il rinvio del pagamento degli incentivi per l’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici

Con una recente sentenza la Corte di giustizia dell’Unione Europea si è definitivamente pronunciata in merito alla questione interpretativa – sollevata dal TAR Lazio con diverse ordinanze – riguardante le c.d. previsioni di legge “spalma incentivi”, ossia quelle previsioni di legge che, prevedendo nuove modalità di erogazione delle tariffe incentivanti dell’energia elettrica prodotta da impianti...
Leggi di più

Smart working: dal 1° settembre serve l’accordo individuale

Il 31 agosto termina la modalità emergenziale che consente al datore di lavoro di ricorrere al lavoro agile con decisione unilaterale. Ad oggi, infatti, non è stato prorogato il regime semplificato previsto dal D.L. n. 34/2020. A partire dal 1° settembre, pertanto, tornerà ad applicarsi la disciplina contenuta nella L. n. 81/2017 che richiede la...
Leggi di più

Rinuncia tacita al pagamento degli interessi di mora: quando si verifica?

Con una recente sentenza il Tribunale di Firenze – accogliendo la tesi sostenuta dallo Studio Legale Lessona – ha respinto l’opposizione ad un precetto fondata su un’asserita estinzione del diritto di credito per facta concludentia (in particolare, il precetto era relativo al pagamento degli interessi moratori ancora non corrisposti dal debitore). Ad avviso del Giudice,...
Leggi di più

Area destinata ad edilizia scolastica: la Cassazione si pronuncia sui criteri di determinazione dell’indennità di esproprio.

Nell’ambito di una recente pronuncia afferente i criteri di determinazione dell’indennità di esproprio di un’area destinata ad edilizia scolastica, la Cassazione ha fatto chiarezza su tre diverse questioni, ovvero: a) il termine per proporre il giudizio di determinazione dell’indennità di esproprio; b) la natura stessa del giudizio indennitario; c) la riconducibilità dell’edilizia scolastica ai vincoli...
Leggi di più

Modifica alla definizione di ristrutturazione edilizia: cosa cambia?

Con la legge di conversione del Decreto Legge n. 50/2022 (c.d. Decreto Aiuti) è stata introdotta una nuova modifica alla definizione di ristrutturazione edilizia. In particolare, il comma 1-ter dell’articolo 14 del D.L. ha ampliato nuovamente tale definizione, ricomprendendovi anche le tipologie di interventi demo-ricostruttivi “non fedeli” ricadenti in area vincolata che il legislatore aveva...
Leggi di più

PNRR: pubblicato il decreto legge per l’accelerazione dei giudizi amministrativi

Con d.l. n. 85 del 7 luglio 2022 è stata introdotta una norma diretta ad accelerare i giudizi amministrativi riguardanti le opere e gli interventi finanziati con il PNRR. Nel dettaglio, l’art. 3 ha previsto che in caso di accoglimento della istanza cautelare, il T.A.R. debba fissare, con la medesima ordinanza, la data di discussione del merito alla prima udienza...
Leggi di più

Espropriazione forzata di crediti delle Pubbliche Amministrazioni: cambiano le regole sul foro competente

La L. n. 206/2021 ha modificato il primo comma dell’art. 26-bis c.p.c. sul foro relativo all’espropriazione forzata di crediti, prevedendo che, quando il debitore è una P.A. indicata dall’art. 413, quinto comma, c.p.c., la competenza spetti non più al giudice del luogo “dove il terzo debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la...
Leggi di più

Ordine di rimozione dei rifiuti: è necessaria la sussistenza dell’elemento soggettivo.

Con una recente pronuncia il TAR Toscana ha ribadito un principio sempre più consolidato in giurisprudenza in tema di abbandono dei rifiuti, ovverosia quello secondo cui l’Amministrazione può richiedere al proprietario del fondo la rimozione dei rifiuti abbandonati, solo a condizione che la violazione sia ad esso imputabile a titolo di dolo o di colpa....
Leggi di più

Rinuncia o decadenza dal titolo edilizio? Il richiedente ha diritto alla ripetizione degli oneri concessori già corrisposti

Con una recente sentenza, il Tar per la Toscana ha ribadito il principio per cui la rinuncia al titolo edilizio, ovvero il suo mancato utilizzo o, ancora, la sua decadenza comportano il diritto del richiedente alla ripetizione degli importi versati per oneri di urbanizzazione e costo di costruzione e, specularmente, per l’Amministrazione che li abbia...
Leggi di più

La delega appalti è legge: ok al testo con i 31 criteri attuativi

La delega appalti è legge, il testo con i 31 criteri attuativi che dovranno guidare il Governo nel ridelineare quanto previsto dal D.lgs. 50/2018 (in vigore da soli sei anni) è stato approvato definitivamente dall’Aula del Senato. Tra i criteri di “maggior rilievo” sono senz’altro annoverabili: il rafforzamento delle funzioni di vigilanza e assistenza alla...
Leggi di più

Illegittimo il Decreto MIMS relativo alla variazione prezzi del primo semestre 2021

Con una recente sentenza il Tar per il Lazio – adito dall’Associazione Nazionale Costruzione Edili – ha annullato il Decreto Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) dell’11 novembre 2021 avente ad oggetto “Rilevazione delle variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all’8 per cento, verificatesi nel primo semestre dell’anno 2021, dei singoli prezzi...
Leggi di più

Assoggettabilità, o meno, dei magazzini industriali alla TARI

Con la sentenza n. 893 del 2021, il TAR Sardegna ha fatto ulteriore chiarezza su un tema che, negli ultimi tempi, ha destato non poche perplessità, ovvero l’assoggettabilità o meno dei magazzini industriali alla TARI. Le modifiche introdotte dal d.ls. 116/2020, infatti, hanno generato diversi dubbi interpretativi sul tema, legati soprattutto alla non ben chiara...
Leggi di più

Approvato il decreto aiuti: immediati aumenti dei prezzi degli appalti pubblici

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 114 del 17 maggio 2022 il c.d. decreto aiuti (d.l. n. 50 del 17 maggio 2022). Le principali novità in tema di contratti di lavori pubblici sono: Obbligo di aggiornamento infrannuale dei prezzari regionali, da effettuare entro il 31 luglio 2022;Applicazione immediata, fino al suddetto aggiornamento, dell’incremento “ponte”...
Leggi di più