S.C.I.A efficace se la dichiarazione di irricevibilità interviene dopo 30 gg dalla presentazione

Con una recente sentenza il T.A.R. Toscana – accogliendo la tesi sostenuta dallo Studio Legale Lessona – ha annullato la comunicazione di irricevibilità di una S.C.I.A. adottata oltre il termine perentorio di trenta giorni stabilito dall’art 23 del D.P.R. n. 380/2001 e dagli artt. 145 e 146 della L.R. Toscana n. 65/2014.

Nel caso di specie la S.C.I.A., sebbene fosse stata protocollata dall’Amministrazione comunale il 4° luglio 2022, era stata trasmessa il 1° luglio, di talché era da tale giorno che avrebbero dovuto essere calcolati i trenta giorni per l’adozione dell’eventuale comunicazione di irricevibilità.

Infatti, in forza dell’art. 18-bis della L. n. 241/1990, la data di protocollazione non avrebbe potuto differire rispetto a quella di effettiva presentazione.

Per queste ragioni il Collegio, dando applicazione a quanto previsto dall’art. 2 co. 8-bis della L. n. 241/1990, ha dichiarato l’inefficacia della dichiarazione di irricevibilità e, correlativamente, la perdurante efficacia della S.C.I.A., ferma restando la possibilità riconosciuta al Comune di intervenire nei termini previsti per l’esercizio dell’autotutela, sussistendone le condizioni.

Leave a Reply

Articoli Recenti

Diritto alla doppia esenzione IMU per i coniugi residenti in abitazioni differenti nello stesso Comune
Aprile 12, 2024
Quanto può essere penetrante la discrezionalità del Ministero della Cultura sui vincoli paesaggistici?
Marzo 29, 2024
Motocondensanti esterni sui tetti a falda inclinata e regolamento edilizio
Febbraio 19, 2024

Categorie