Proroga del Superbonus nei territori danneggiati da eventi sismici: l’Agenzia delle Entrate fa chiarezza

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha fatto chiarezza in merito all’ambito applicativo del comma 8-ter dell’art. 119 del Decreto Rilancio, che ha disposto la proroga della scadenza del Superbonus 110 % (eco e sisma) al 31.12.2025 per gli interventi effettuati nei comuni dei territori colpiti da eventi simici ove sia stato dichiarato lo stato di emergenza.

In specie, l’Agenzia delle Entrate è stata chiamata a sciogliere una serie di dubbi interpretativi afferenti alla possibilità o meno di estendere la suddetta proroga a tutti gli interventi e non solo a quegli sugli edifici danneggiati e dichiarati inagibili.

A tal proposito l’Agenzia, in via preliminare, ha rilevato come una corretta interpretazione dell’art. 8-ter del citato articolo 119 non potesse prescindere da un richiamo ai commi 1-ter, 4-ter e 4-quater dell’art. 119 (a cui peraltro l’art. 8-ter fa espresso riferimento) che disciplinano i rapporti tra il Superbonus e i contributi previsti per la riparazione e ricostruzione degli edifici danneggiati da eventi sismici. Dal combinato disposto delle predette disposizioni normative, l’Agenzia ha concluso che la proroga del bonus non possa applicarsi nel caso di interventi effettuati su edifici che, seppure ubicati nei Comuni dei territori colpiti da eventi sismici, non hanno, tuttavia, subito danni da tali eventi.

Leave a Reply

Articoli Recenti

Revisione dei prezzi dei materiali nei contratti d’appalto in corso di esecuzione? L’ANAC si pronuncia
Settembre 28, 2022
Approdo in G.U. della legge di conversione del Decreto Aiuti bis: ritorno del lavoro agile e novità in tema di Superbonus
Settembre 23, 2022
Processo amministrativo: contributo unificato non dovuto in caso di motivi aggiunti che non ampliano il thema decidendum
Settembre 15, 2022

Categorie